Stampa

Occhiate a traina

 

L'occhiata è un pesce presente lungo le nostre coste durante tutto l'arco dell'anno ed è possibile insidiarlo con diverse tecniche di pesca,oggi parleremo di come procurarci un buon carniere di occhiate trainando dalla barca d'estate:come canne impiegheremo attrezzi da traina leggera sensibili dalla lunghezza di un metro e mezzo circa abbinato ad un mulinello taglia 4000 nel quale imbobineremo un monofilo dello 0.30/0.35,legheremo poi una piccola girella alla quale poi monteremo il terminale lungo almeno una decina di metri,per il diametro c'è chi usa anche uno 0.18,ma siccome molte volte avremo a che fare con pesci che superano il mezzo kg di peso,forse sarebbe meglio orientarci su uno 0.22 o 0.25.Come esca useremo piccoli cucchiaini magari martellati e con piumetta finale,i sempre efficaci raglou soprattutto quelli di colore bianco dai 5 ai 7 cm di lunghezza,e le piumette che possiamo sia acquistare già pronte o divertirci a casa preparandole da soli;le più usate sono sempre quelle bianche,ma funzionano benissimo sia quelle bianche e azzurre(soprattutto nel mese di agosto e trainando a circa tre km da Lido Marini) sia quelle bianche e rosse.Trainando sempre a due/tre nodi ed in presenza del pesce non dovrebbe essere difficile portare a casa diversi esemplari di occhiate che come ben sapete è un pesce apprezzato in cucina data la dolcezza delle sue carni,quindi griglia pronta e buon appetito.