Stampa

Le Aguglie

 

Le aguglie sono dei pesci divertenti da pescare e ottimi da mangiare che da fine agosto sino ad ottobre(e a volte anche oltre)popolano i nostri mari per la gioa di molti pescatori che la insidiano con diverse tecniche;la più divertente è senza dubbio la pesca con la bombarda galleggiante:come canna può andare bene una bolognese un pò più rigida del solito con potenza di lancio intorno ai 30 grammi,un 2000 come mulinello imbobinato con uno 0,20,bombarde di grammatura diverse dai 15 ai 30 grammi(o in alternativa possiamo usare anche le bombarde pasturatore di uguale grammatura che ci aiuteranno a pasturare la zona di pesca)girelle triple per scaricare le torsioni del filo e delle bombarde,mentre come terminale dobbiamo tenere conto della grandezza delle prede e comunque uno 0,16 dovrebbe svolgere adeguatamente il suo compito,ami a gambo corto(ottimi i serie 10 della tubertini)numero 14 o 16 innescati con due bigattini,mentre se volessimo usare il tocchetto di sardina o pezzi di muriddu o coreano sarebbe meglio usare ami numero 10 o 12.

 

Se invece amiamo pescare a canna fissa e,pasturando adeguatamente con pane sarda macinata e un kg di sale grosso,dovessimo avere la fortuna di portare a tiro di canna(tipo una 8 o una 9 metri)il branco,non dovrebbe essere difficile effettuare grossi carnieri di aguglie a volte anche di grosse dimesioni senza dimenticare che potremmo allamare anche cefali schiumaroli occhiate e lecce stella.Montare una canna fissa per pescare le aguglie è la cosa più semplice del mondo infatti basta legare uno 0,16 o 0,18 un amo a gambo corto senza il galleggiante e senza piombo perchè le aguglie sono pesci di superficie e il divertimento è assicurato;lanciare di tanto in tanto dei bigattini insieme alla pastura è essenziale per tenere il branco sempre in pesca.